Storia di un topino coda lunga e di una piantina dimenticata

Storia di un topino coda lunga e di una piantina dimenticata

Storia di un topino coda lunga e di una piantina dimenticata

Un timido sole di inizio primavera avvolgeva la terra, quando un topino coda lunga, svegliatosi di buon mattino, si stiracchiò, scostò la tenda della finestra per scoprire il cielo che lo attendeva e lentamente lasciò il suo caldo lettino.
Il cielo era coperto di nuvole, ma non erano nuvole di pioggia e questo bastava per spingere il nostro piccolo amico fuori dalla sua tana pieno di entusiasmo, in cerca di nuove avventure.
Così dopo un’abbondante colazione, si incamminò lungo il sentiero.
Era una grande gioia percorrerlo, ora che gli alberi erano vestiti di un brillante manto verde e le loro infiorescenze, ormai in terra, rendevano morbido e vellutato il cammino.

Per continuare a leggere hai bisogno di un'iscrizione.

Iscriviti o entra nel tuo account:

Le ultime risorse

Giugno in campagna

Giugno in campagna

Giugno in campagna – Rubrica di pedagogia di campagna a cura di Maria Luna Piccolo, che ogni mese ci accompagnerà alla scoperta dei ritmi lenti della campagna.

Leggi Tutto »
Torna in alto