Il ginepro

Il ginepro, fiaba dei fratelli Grimm

Fiaba per bambini dei Fratelli Grimm
Età consigliata: dai 7 anni

Il ginepro

Molto tempo fa, saran duemila anni, c’era un ricco che aveva una moglie bella e pia; si volevano molto bene, ma non avevano bambini. Essi li desideravano tanto ma, per quanto la donna pregasse il buon Dio giorno e notte, i figli non venivano mai. 

Davanti alla loro casa, in cortile, c’era un pianta di ginepro. Un giorno d’inverno la donna sedeva sotto il ginepro intenta a sbucciarsi una mela. Sbucciandola si tagliò un dito e il sangue cadde sulla neve. “Ah” disse la donna sospirando e, tutta mesta, guardava quel sangue “avessi un bambino rosso come il sangue e bianco come la neve!” Come ebbe pronunciato queste parole, gioì in cuor suo, come se avesse avuto un presentimento. Tornò a casa, passò una luna e la neve scomparve; dopo due lune la terra tornò a diventare verde; dopo tre lune spuntarono i fiori; dopo quattro lune gli alberi del bosco si colmarono di linfa e i rami verdi si intricarono fitti. Gli uccellini cinguettavano da far risuonare tutto il bosco e i fiori cadevano dagli alberi. 

Per continuare a leggere hai bisogno di un'iscrizione.

Iscriviti o entra nel tuo account:

Le ultime risorse

Torna in alto