I giochi olimpici della 5ª classe Waldorf

olimpiadi waldorf

In diverse parti del mondo, gruppi di scuole Waldorf si riuniscono per partecipare a quello che viene chiamato Il Pentathlon, ovvero i Giochi olimpici dell’antica Grecia. Ma in cosa consiste realmente?

Il Pentathlon

Ogni primavera, i bambini di quinta elementare di diverse scuole si riuniscono, generalmente nella capitale del Paese, per celebrare l’antico Pentathlon greco.

Dal punto di vista didattico, gli studenti vivono attraverso le Olimpiadi i tratti caratteristici dell’età d’oro dell’antica Grecia. Le storie portate in classe dall’insegnante creano nei bambini un’immagine della cultura greca, che verrà poi sperimentata, fisicamente ed emotivamente, nel Pentathlon di quinta elementare.

Lo svolgimento dei giochi

I bambini sono divisi in città-stato (Sparta, Troia, Atene, ecc.) con i rappresentanti di ogni scuola. Poi gareggiano come squadra in cinque eventi sportivi: il salto in lungo, la staffetta, la lotta greca, il disco e il giavellotto. In totale dura due giorni, e si conclude con una festa celebrativa, che include la cerimonia di premiazione.

Benché la sua durata sia breve, la preparazione per i giochi è un viaggio di un anno. 

La preparazione atletica unita alla didattica

I bambini lavorano sodo tutto l’anno con il loro maestro. Perfezionano le loro abilità nel lancio del giavellotto e del disco, corrono innumerevoli giri intorno al campo e lottano tra loro. Ascoltano storie dell’antica Grecia, imparano l’origine della democrazia ad Atene ed esplorano il concetto di sinergia in cui diversi individui, in questo caso città-stato, lavorano insieme per il bene comune.

L’obiettivo è che ogni bambino sperimenti la bellezza fisica, la grazia interiore ed eroica in sé stesso e negli altri. Trovare la propria bellezza interiore e la forza è particolarmente importante in questa epoca, in cui i media e le altre influenze si concentrano sull’estetica e il superficiale.

Cosa imparano i bambini

Un segno distintivo dei giochi è l’enorme incoraggiamento, sostegno, genuina cura e generosità di spirito che i bambini mostrano l’uno per l’altro. Il Pentathlon coltiva il lavoro di gruppo, e non è raro vedere i bambini incoraggiarsi a vicenda, per essere il meglio che possono essere

Gli studenti sperimenteranno una maggiore accettazione per gli altri e se stessi. Imparano a vivere nella diversità, dove ogni individuo è apprezzato e porta un dono speciale al mondo. Imparano che insieme realizziamo più di quanto possiamo come individui. Questo porterà alla comprensione della grandezza mondo e di come ogni individuo, seppur piccolo, possa fare la differenza: uno degli obiettivi del curriculum di quinta elementare appunto!

Il giuramento olimpico

Troverete varie versioni del giuramento olimpico, ma quella che personalmente preferisco è la seguente:

Noi atleti olimpici delle Polis Greche ci impegniamo a realizzare le prove onorando il motto: Bellezza, Verità e Forza.

Bellezza: cureremo ogni gesto affinché sia il più fluido, armonico e bello possibile.

Verità: agiremo con onestà e rispetto. Accetteremo il risultato conseguito e la decisione dei giudizi.

Forza: daremo il meglio di noi, sforzandoci di superare le difficoltà che si presenteranno.

In ultimo, ci impegniamo a rispettare, aiutare e appoggiare il resto degli atleti, a prescindere dalla Polis di origine.

Bellezza, Verità e Forza.
Che inizino i giochi!

Le ultime risorse

Giugno in campagna

Giugno in campagna

Giugno in campagna – Rubrica di pedagogia di campagna a cura di Maria Luna Piccolo, che ogni mese ci accompagnerà alla scoperta dei ritmi lenti della campagna.

Leggi Tutto »
Torna in alto