Come festeggiare Halloween in maniera sana

Halloween

Come festeggiare Halloween in maniera sana.

Per poter comprendere come possiamo festeggiare Halloween nella maniera più vera e sana possibile, dobbiamo tornare alle origini della sua storia.

L'origine di Halloween

La nostra moderna celebrazione di Halloween discende dall’antica festa celtica del fuoco chiamata Samhain. (La parola si pronuncia “sow-en”, come mucca in inglese perché “mh” nel mezzo di una parola irlandese ha un suono “w”). Era la festa più grande e significativa dell’anno celtico, che iniziava appunto il 1º novembre. In onor di memoria, i Celti (pronunciati “Kelts”) vissero più di 2000 anni fa in quella che oggi è la Gran Bretagna, l’Irlanda e la Francia.

Durante la celebrazione di Samhain, i Druidi (ovvero i sacerdoti non-romani) accendevano nuovi fuochi e offrivano in sacrificio raccolti e animali. Mentre danzavano intorno ai fuochi,  la stagione del sole si concludeva e iniziava la stagione delle tenebre.
Al mattino seguente i Druidi davano un po’ di brace ad ogni famiglia, che la portava in casa per avviare i nuovi fuochi di cottura. Questi fuochi avrebbero mantenuto le case calde e libere dagli spiriti maligni per tutta la stagione delle tenebre.

Il festival durava 3 giorni, durante i quali molte persone sfilavano in costumi fatti con le pelli e le teste dei loro animali. Questa festa sarebbe diventata il primo Halloween.

Ma come possiamo riportare quelle antiche tradizioni nelle nostre case? Quale valore possiamo effettivamente dargli?

Un'alternativa ad Halloween

Sono convinta che, per avere l’onore di essere celebrata, una festa debba avere una qualche ragione o valore spirituale. L’Avvento, il Natale, la Pasqua, tutte queste festività soddisfano questo requisito. Anche il giorno della Pentecoste e di San Michele ci insegnano qualcosa di valore. Ma il modo in cui Halloween viene celebrato oggi non soddisfa affatto tale requisito. Non vedo un senso nel travestirsi come un mostro, o peggio un personaggio commerciale, allo scopo di ottenere dolciumi e caramelle. Ciononostante, cambiare una tradizione così forte o ignorarla sarebbe insensato, anche perché i bambini trovano gioia nelle decorazioni e nella tradizione.

Così invece di combattere il mondo, cerchiamo nella tradizione qualcosa di buono e positivo, aggiungendo una storia semplice per dare significato ad Halloween. 

Arianna, Sofia e Rima: la leggenda di Halloween

Storia originale di Kristie Burns, rivisitata da Silvia Noemi Randaccio.

Una volta, tanto tempo fa, c’era una bambina druida di nome Arianna che viveva nella terra che ora si chiama Irlanda. In quei giorni aveva notato che le giornate erano sempre più brevi e il sole nel cielo li visitava meno di frequente; ma questo non la rendeva triste perché sapeva che a breve sarebbe arrivata la festa di Halloween e un nuovo anno sarebbe iniziato. Amava i fuochi che avrebbero acceso durante la celebrazione, e la danza, e i travestimenti.

Per continuare a leggere hai bisogno di un'iscrizione.

Iscriviti o entra nel tuo account:

Halloween à anche tempo di zucche: le troviamo dappertutto arancioni, gialle, viola, di diverse grandezze, che attirano incuriositi gli occhi dei più piccini ma anche degli adulti. Con la storia di Santa Barbara vedremo come poter accogliere le zucche nella nostra tradizione familiare, ma prima un regalo per voi. 

Zucche casetta di Halloween

Inserisci la tua email per iscriverti e ricevere subito il tutorial per realizzare le zucche casette!

Per continuare a leggere hai bisogno di un'iscrizione.

Iscriviti o entra nel tuo account:

Risorse simili

Torna in alto