Curriculum pedagogia Waldorf primaria

Didattica

Orari degli incontri

Venerdì dalle 16 alle 20.
Sabato dalle 10 alle 14 e dalle 15.30 alle 19.30.
Domenica dalle 10 alle 14 e dalle 15.30 alle 19.30.

Date degli incontri

 
  • Modulo 1: 15-16-17 settembre 2023
  • Modulo 2: 20-21-22 ottobre 2023
  • Modulo 3: 10-11-12 novembre 2023
  • Modulo 4: 8-9-10 dicembre 2023
  • Modulo 5: 19-20-21 gennaio 2024
  • Modulo 6: 16-17-18 febbraio 2024
  • Modulo 7: 1-2-3 marzo 2024
  • Modulo 8: 5-6-7 aprile 2024
  • Modulo 9: 3-4-5 maggio 2024
  • Modulo 10: 30 maggio/1-2 giugno 2024

* Date e insegnanti sensibili al cambio.

Curriculum

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • La vita di Rudolf Steiner e la nascita dell’antroposofia.
  • L’osservazione Goetheana.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Chi siamo? Da dove veniamo e dove andiamo?
  • Il passaggio della Soglia e le sue sfumature nella vita terrena precedente.
  • La scelta del percorso, il karma della professione, la curva biografica spirituale, la vita
    tra la morte e la vita.
  • Laboratorio: costellazione della nascita.
  • L’essere umano e i suoi 7 corpi, la capacità dell’Anima (pensare, sentire, volontà).
    portatrici della salute fisica spirituale e spirituale, l’immagine dell’essere umano dalla sua
    costituzione, temperamento, carattere e personalità, lo sviluppo dell’anima e lo sviluppo dello spirito, la curva biografica terrena in individui e organizzazioni.
  • La natura umana e la natura della tecnologia, l’uso della tecnologia potenziando la nostra umanità.
  • Laboratorio: scrittura attiva (immaginazione, ispirazione, intuizione).

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • Il curriculum Waldorf come opera d’arte: l’arco evolutivo della scuola elementare. Due livelli: da 1ª a 3ª – da 4ª a 6ª.
  • Le materie in ogni classe. Archi interni nello sviluppo degli argomenti.
  • La terza classe: dal dolore della separazione all’unione con la Madre Terra. Il passaggio attraverso il Rubicone.
  • La quarta classe: il coraggio come asse dell’individualità dell’essere umano.
  • La quinta classe: il numero cinque, l’uomo di Vitruvio, il pentagramma, la Grecia, e la grande armonia.
  • La sesta classe: le leggi umane.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • La Scuola Waldorf come Centro Pedagogico Spirituale, il suo lavoro nel presente e nel futuro dell’umanità.
  • Diversi punti di vista della triformazione nell’individualità di ogni istituzione.
  • Come nasce una Scuola Waldorf?L’Impulso Spirituale iniziale.
  • L’esoterismo pratico, con casi quotidiani. In particolare scopriremo l’importanza e la necessità degli esercizi del cuore (preliminari) e del chakra della laringe (cammino ottaedrico), che ci ha lasciato in eredità Rudolf Steiner, per la vita di una scuola e di ogni essere umano.
  • Lettura e lavoro meditativo del libro: Approfondire la Pedagogia Waldorf.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Origine nel mondo spirituale dell’Antroposofia, la sfera solare, la scuola di Michele e il suo impulso nella nostra epoca.
  • Le tre correnti spirituali, la risonanza nella vita terrena, la via scelta nel mondo moderno.
  • Responsabilità spirituale e responsabilità terrena, in ambito personale e sociale.
  • Laboratorio: l’arte della conversazione e dell’ascolto, osservazione fenomenologica.
  • Salute, impegno e responsabilità.
  • Fondamento degli incontri umani, un cammino verso lo spirito di ciascun individuo e della comunità.
  • Il ritmo, la sua importanza negli individui e nelle organizzazioni.
  • Cosa comporta una crisi/trauma nella struttura umana, nella struttura sociale e nelle loro biografie?
  • Colpo del destino, la ferita (negli individui e nelle organizzazioni), come affrontarla e cosa ci porta.
  • L’Arte di accompagnare: il disegno, la pittura, i racconti, la modellazione, la ritmica, la ginnastica bothmer, l’euritmia, il canto, gli strumenti di armonizzazione e la stabilizzazione dei processi. Creare un luogo sicuro o una situazione sicura.
  • La presenza, il mio Io e il Sé della comunità.
  • Il senso del lavoro di squadra e le sue dinamiche come forze del futuro.
  • Solidarietà e lo sviluppo dell’umanità umana.
  • Verità, bellezza, bontà, dal Karma lunare al Karma solare, dall’impulso alla realizzazione. Perché, cosa sono e a cosa servono?
  • Laboratorio: colpo del destino.

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • L’insegnamento della lingua madre dal 1º al 6º anno di istruzione primaria.
  • Vivere nelle immagini dei racconti: dal pittogramma all’astrazione del grafema.
  • Il ritmo di tre nell’insegnamento delle lettere. Le vocali come ambito del sentire e le consonanti come struttura del linguaggio.
  • Il disegno di forme come supporto alla scrittura. Perché iniziare con la lettera maiuscola. Passaggio alla minuscola. Imparare il corsivo come figlia preziosa del disegno.
  • La scrittura dell’uomo: dai disegni preistorici alla scrittura con penna stilografica.
  • La Regina grammatica: verbo, sostantivo e aggettivo.
  • Morfologia e sintassi
  • La scrittura creativa
  • Il disegno con la cera: creazione di immagini per l’insegnamento delle consonanti.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • Dal ritmo cosmico al ritmo umano, in classe e a scuola.
  • Manualità, teatro, disegno, pittura, giardinaggio, modellare con la cera, giochi con le dita, canzoni.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Il primo settennio, dalla nascita ai 7 anni. Che cosa vedo?
  • Il germe del futuro uomo, gravidanza e bambino del primo settenio, il legame del
    bambino e l’adulto.
  • I 12 sensi, un cammino di incarnazione, conseguenze e
    opportunità durante la gravidanza e i primi 7 anni di vita.
  • Le fasi organizzative e l’importanza della nascita.
  • La società attuale, un percorso di evoluzione, dall’individualismo al sociale.
  • Come la tecnologia interviene e mina la vita nel primo settennio e il legame interpersonale all’interno delle organizzazioni.
  • Gentilezza, come rimanere nella bontà in situazioni sociali e di crisi.
  • Laboratorio: osservazione oggettiva dalla bontà, come gli atti di gentilezza vivono in me, osservazione fenomenologica (immaginazione, ispirazione, intuizione).

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • L’insegnamento della matematica dal 1º al 6º anno di istruzione primaria.
  • Uno è il mondo, grande e profondo: l’unità come creatrice del tutto.
  • Le immagini nell’apprendimento dei numeri.
  • La parte ritmica e la sua implementazione nel conteggio, nelle serie e nelle tabelle di moltiplicazione.
  • Aggiungere, sottrarre, moltiplicare e dividere fin dall’inizio con l’aiuto dei nani.
  • Stelle e tabelline: creare il supporto in legno per conoscerle e praticarle.
  • Che problema! Enigmi e soluzioni.
  • Palmo, piede e gomito: il sistema metrico decimale.
  • Dopo il Rubicone, i numeri spezzati.
  • Più piccoli dell’uno: i numeri decimali.
  • La matematica economica.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • Il senso spirituale dell’alimentazione e la terra, l’agricoltura Biodinamica.
  • Manualità, teatro, disegno, pittura, giardinaggio, modellare con la cera, giochi con le dita, canzoni.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Secondo settennio, il bambino dai 7 ai 14 anni.
  • Gli strumenti che possediamo per camminare nella biografia personale, il temperamento, il passaggio attraverso il Rubicone, il risveglio spirituale del bambino (non mi piace quello che vedo).
  • Interazione dei temperamenti nella vita sociale.
  • Bellezza. Il ritmo, il sonno e il respiro.
  • I videogiochi e la creatività a prescindere dalla tecnologia, una nuova realtà nell’individuo e nell’insegnante.
  • Laboratorio: l’esperienza eterica dell’incontro con un vegetale, respirando.
  • Conseguenze e opportunità nella seconda fase dello sviluppo infantile, i bambini in età scolare. Le grandi mura, in relazione alla vocazione e alla missione.
  • Lo slancio della comunità e le sue vie.
  • Laboratorio: giochi ritmici. Come mi incontro con l’altro? Il calore che vive in me.

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • L’insegnamento della matematica dalla prima alla sesta elementare.
  • Il disegno delle forme diventa geometria.
  • Il disegno delle forme dal 1º al 4º di educazione primaria.
  • Il disegno delle forme come lavoro meditativo dell’insegnante.
  • Geometria a mano libera, 5ª classe.
  • Geometria con strumenti e le loro leggi, 6ª classe.
  • Il disegno geometrico.
  • Geometria e ricamo artistico di figure geometriche.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • Il ritmo annuale e il senso spirituale delle feste cristiane.
  • Manualità, teatro, disegno, pittura, giardinaggio, modellare con la cera, giochi con le dita, canzoni.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Terzo settennio, dai 14 ai 21 anni. Chi sono? Osservando il mondo dalla polarità.
  • Le strade, la via di mezzo, il rappresentante dell’umanità.
  • L’impulso biografico, appellandosi all’Io.
  • Lo slancio biografico personale e il suo impatto sociale.
  • Vivere nella realtà che vive in me, la menzogna e le trappole che ciascuno pone a sé stesso.
  • I social network, la solitudine accompagnata, pubblicare ciò che vive veramente nella comunità, la presa sociale avvicina e umanizza.
  • Osservare il mondo di oggi dalla prospettiva dell’adulto, un’adolescenza che ha bisogno di identità e verità.
  • L’ascolto, il parlare, la comprensione dei pensieri, l’empatia, la base del processo di stabilizzazione negli adolescenti.
  • La base degli incontri nell’ambito dei gruppi umani.
  • Conseguenze e opportunità nella terza fase di sviluppo.
  • Laboratorio: il corpo umano e la biologia, la comprensione del mio essere per entrare mondo, come la verità vive in me.

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • La 3ª classe: dal Paradiso alla Terra.
  • Il passaggio attraverso il Rubicone: lo smarrimento, la paura e l’oscurità fino alla luce.
  • La creazione.
  • L’agricoltura.
  • L’abitazione dell’uomo.
  • Costruzioni.
  • I mestieri antichi.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • I 12 sensi: dall’io, all’io dell’altro.
  • I 12 sensi nell’aula, l’essere dell’insegnante.
  • Manualità, teatro, disegno, pittura, giardinaggio, modellare con la cera, giochi con le dita, canzoni.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Quarto settennio, dai 21 ai 28 anni. Il mio altro Io. Come vivere? 
  • L’incontro da adulto con gli altri, l’incontro con l’altro: perché?
  • Il mio doppio e il mio Io, il percorso della rabbia come impulso di trasformazione.
  • Arteterapia.
  • Laboratorio: l’intreccio karmico, l’incontro con l’altro (terreno o spirituale?).
  • Dall’ombra alla luce attraverso l’euritmia sociale.
  • Pratica di osservazione in gruppo.
  • Gli esercizi preliminari nella vita quotidiana.

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • La 4ª classe: Vichinghi, sì ci sono!
  • Zoologia: l’essere umano come base di apprendimento del regno animale.
  • Gli animali a testa prorompente, quelli a tronco prorompente, e quelli in cui predominano gli arti.
  • Sentire, pensare e volere e i loro animali rappresentativi.
  • La prima geografia: dallo spazio proiettivo allo spazio euclideo.
  • Dal grande al piccolo: rappresentazioni dello spazio su piani e mappe.
  • Il mondo in cui vivo: il sole, le stagioni e le stelle.
  • La bussola sono io.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • Fasi delle organizzazioni educative
  • Manualità, teatro, disegno, pittura, giardinaggio, modellare con la cera, giochi con le dita, canzoni.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Quinto settennio, dai 28 ai 35 anni. Eccoci, toccando terra. Sono e sto.
  • Il freddo e il materialismo, o il calore e la compassione, come senso della vita.
  • Il dubbio, la menzogna e la paura. Avvicina o separa?
  • Tecnologia intelligente, automazioni, comfort.
  • Il grande dono della volontà, la vocazione nostra alleata, la
    famiglia e la comunità.
  • Uno sguardo all’interno. Talenti e impedimenti.
  • Laboratorio: ginnastica Bothmer, la verticalità mi rende umano.
  • Meditazioni ed esercizi di psico-igiene per l’adulto.
  • Esercizi pratici di auto-osservazione e osservazione dell’essere umano.

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • La 5ª classe: armonia delle sfere I
  • Botanica: mi riconosco nell’essere vegetale.
  • Rapporti tra i momenti di sviluppo del bambino e le verdure inferiori.
  • Alberi e temperamenti. Esercizi di pittura con acquerello.
  • I fiori. Il girasole, metamorfosi. Esercizi di pittura con acquerello.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • Le fiabe, il racconto artistico e le storie che curano.
  • Manualità, teatro, disegno, pittura, giardinaggio, modellare con la cera, giochi con le dita, canzoni.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Sesto settennio, dai 35 ai 42 anni. La grande domanda della vita.
  • La missione: darsi al mondo. Cosa e dove portare al mondo?
  • Il vero incontro, lo sguardo come finestra dell’anima nell’incontro con il Karma.
  • La paura, la paralisi del processo di fare quello che sono venuto a fare, la mia vocazione, la mia
    missione, gli incontri e ciò che viene scelto come impulso all’esistenza.
  • Risvegliando il Karma.
  • Laboratorio: meditazione, centro e periferia, disegno di forme, il labirinto. Disegno artistico, la paura e il coraggio per la verità, la mia verità.

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • La 5ª classe: Armonia delle sfere II
  • Storia: il mondo antico e i suoi contributi alla nostra vita nel presente. India, Persia, Mesopotamia ed Egitto.
  • La Grecia mitologica: Dei e miti
  • Pittura: Dal colore al nero nella creazione del mondo dalla mitologia greca.
  • La Grecia storica: la guerra di Troia. Dipingere la guerra con acquerello.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • Incontri umani e karma. La pazienza, la tolleranza e il perdono.
  • Introduzione alla pedagogia di sostegno.
  • Il gesto del parlare e del canto in classe.
  • Il senso spirituale della musica.

PEDAGOGIA SOCIALE ANTROPOSOFICA (sabato):

  • Settenni dello Spirito: dai 42 ai 63 anni. Il guerriero, il saggio, il maestro.
  • Vecchiaia o anzianità, i sensi sociali, la parola estranea, il pensiero estraneo, l’Io estraneo.
  • Inizio a perdere, maturità e anzianità. Uno sguardo al passato e al futuro.
  • Il rilascio con salute individuale e sociale. Re-imparare il cammino dell’accompagnamento dalla fiducia.
  • Uomo Leone, Uomo Mucca, Uomo Aquila.
  • Laboratorio: chi sono? Cosa voglio? Dove e quando posso portare nel mondo il mio Essere partendo dalla mia missione e dalla mia vocazione?

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • La 6ª classe: Le leggi dell’uomo I
  • Fisica: Osservazione, sperimentazione e descrizione come percorso per arrivare alla legge generale di un fenomeno.
  • Acustica
  • Ottica
  • Termodinamica
  • Elettromagnetismo
  • Metodologia di lavoro in fisica.
  • Il chiaroscuro: accompagnando esperienze spirituali (dopo l’insegnamento dell’ottica).
  • Disegno a carboncino. Luce e ombra.
  • Passaggio dal colore al bianco e nero, valutando la scala di grigi con grafiti morbide.
  • La pittura con inchiostro cinese.

FONDAMENTI DI PEDAGOGIA WALDORF (venerdì sera):

  • Salute e nutrizione.
  • Osservazione del bambino e degli adulti.
  • Un approccio diverso all’osservazione del bambino, come incontro tra due esseri.
  • Il karma e il senso spirituale del cammino pedagogico Waldorf.
  • Retrospettiva cognitiva, animica e spirituale del cammino.
  • Presentazione dei lavori e rilascio dei certificati.

SCUOLA PRIMARIA (domenica, mattina e sera): 

  • La 6ª classe: Le leggi dell’uomo II
  • Una trilogia: cosa succede sotto, dentro e sopra la terra.
  • Mineralogia
  • Geografia
  • Botanica
  • Pittura a strati in mineralogia.
  • Prospettiva di colore nella pittura di geografia.
  • Presentazione del lavoro finale.

torna alla pagina generale della Formazione Waldorf →

Risorse simili

Giugno in campagna

Giugno in campagna

Giugno in campagna – Rubrica di pedagogia di campagna a cura di Maria Luna Piccolo, che ogni mese ci accompagnerà alla scoperta dei ritmi lenti della campagna.

Leggi Tutto »
Torna in alto