Pedagogia Waldorf

Formazione di pedagogia Waldorf online – maestro infantile e primaria

Aperte le iscrizioni 2024/25 – Modalità Online


Posti limitati: max 20

A chi è rivolto

Principalmente a insegnanti e futuri insegnanti, famiglie, pedagoghi, psicologi, assistenti sociali, educatori e chiunque desideri approfondire il proprio processo di formazione nell’ambito dell’educazione, dell’autoeducazione, della meditazione e della vita sociale. 

L’intenzione della formazione è quella di porre le basi della coscienza, per metterci al servizio dell’umanità. Il cammino di sviluppo personale è la porta fondamentale per continuare su sentieri che ci portano dall’individuale al sociale, dall’osservazione all’azione, dall’interesse al vivere, dalla creatività alla vita stessa: sia del bambino che dell’adulto.

NON RICHIEDE QUALIFICHE O SPECIFICHE CONOSCENZE PRECEDENTI.

Obiettivo della formazione

Le Scuole Waldorf sono piccole grandi comunità; in esse ci viene offerta l’immensa opportunità di incontrarci e nell’incontro abbiamo la possibilità di avanzare come esseri umani in libertà.

Il grande dono dell’Antroposofia è appunto la possibilità di svelare il senso di quest’incontro, che avviene in particolare tra bambino e insegnante attraverso le attività pedagogiche e l’arte: pittura con acquerello, cera, gesso, disegno, euritmia, musica e attività manuali.

Ognuno di noi è costantemente alla ricerca di un cammino di realizzazione della propria individualità, e tale cammino dipende anche da coloro con cui conviviamo. Come possiamo, nella nostra convivenza quotidiana a scuola, creare le condizioni necessarie alla realizzazione di ogni individualità? E come ogni individualità può contribuire alla realizzazione della comunità scolastica?

La formazione Waldorf sviluppa le esperienze necessarie per intraprendere tale cammino fatto di incontri; ma prima è necessario avere una completa immagine dell’essere umano e di se stessi, nonché strumenti di autoeducazione e conoscenza dei processi sociali.

Insegnanti

Gli incontri saranno tenuti da insegnanti delle Scuole Waldorf di Spagna e Terapisti Antroposofici di Spagna e America, con traduzione simultanea in italiano.

Tematiche generali trattate nella formazione

La partecipazione attiva di ogni studente, il lavoro di ricerca personale attraverso la propria biografia, la pratica degli esercizi volti ad osservare, riconoscere ed esplorare il mondo circostante, sia naturale che umano, e la conoscenza e il riconoscimento delle diverse fasi evolutive del bambino e delle istituzioni, è l’essenza della formazione. Per tale motivo, all’interno della formazione Waldorf è inclusa la formazione di Pedagogia Sociale Antroposofica.

Gli studenti, attraverso il lavoro personale, esperienziale, teorico e pratico, otterranno strumenti per la vita. Percorreremo i settenni della vita umana; sperimenteremo le facoltà del pensiero, del sentire e della volontà di ciascuno; osserveremo la storia dell’umanità come base per la comprensione di sé; sperimenteremo e indagheremo la percezione dell’ambiente, minerale, vegetale, naturale e dell’individualità umana.

La formazione sarà inoltre rivolta allo sviluppo di strumenti e capacità proprie attraverso i processi artistici come il canto, l’acquerello, l’argilla, le polveri, la cera. Questo è uno dei principali obiettivi, basato sul lavoro personale, ma anche sociale.

Il lavoro di gruppo, attraverso la pratica di esercizi spirituali, ci condurrà a riflessioni razionali che ci inviteranno a vivere la vita spirituale. Imparare a parlare e ascoltare è un altro pilastro della formazione Waldorf: imparare a parlare in modo che gli altri ascoltino, imparare ad ascoltare in modo che gli altri parlino. Tutto ciò, insieme allo sviluppo della percezione attraverso esercizi preliminari e il percorso ottaedro, sarà il cammino di sviluppo meditativo del maestro.

Costi e iscrizione

Pagamento unico

1.980 €

Iscrizione – 200 €
Quota unica – 1.780 € (da pagarsi all’inizio del corso)

Pagamento a rate

2.200 €

Iscrizione – 200€
10 mensilità – 200 € cadauna

Dati per il pagamento

Carolina Reiris Ithurralde – Centro de Formación Cáliz

Cuenta bancaria Caixa Bank: ES07 2100 5988 2102 0012 2877
Bizum: 695 560 505
PayPal (esclusivamente per pagamenti Extra-Europei)

Criteri di cancellazione dell’immatricolazione

Sarà rimborsato il 100 % dei costi sostenuti in caso di cancellazione della formazione da parte dell’organizzazione.

Una volta iniziato il corso, non è previsto alcun rimborso dei costi sostenuti per l’iscrizione e le mensilità pagate fino alla data del congedo.

In caso di problemi di salute o situazioni impreviste, sarà valutata la situazione dall’organizzazione.

Certificazione

Il certificato di formazione sarà rilasciato dall’Associazione Nazionale Antroposofica di Pedagogia Sociale insieme al Centro di Formazione Caliz, al termine della stessa. È riconosciuto dall’Associazione dei Centri Educativi Waldorf, approvata dalla Fondazione Canaria Antroposofica e dall’Associazione di lavoro Biografico della Spagna. Con validità internazionale, risponde alle necessità della Pedagogia Waldorf nel mondo.

MAESTRO IN PEDAGOGIA WALDORF INFANTILE E PRIMARIA

Orari degli incontri

Sabato dalle 10 alle 14 e dalle 15.30 alle 19.30
Domenica dalle 10 alle 14

Date degli incontri

 
  • Modulo 1: 12-13 ottobre 2024
  • Modulo 2: 2-3 novembre 2024
  • Modulo 3: 30 novembre – 1 dicembre 2024
  • Modulo 4: 14-15 dicembre 2025
  • Modulo 5: 25-26 gennaio 2025
  • Modulo 6: 22-23 febbraio 2025
  • Modulo 7: 8-9 marzo 2025
  • Modulo 8: 29-30 marzo 2025
  • Modulo 9: 3-4 maggio 2025
  • Modulo 10: 17-18 maggio 2025

* Date e insegnanti sensibili al cambio.

Curriculum

  • Chi siamo? Da dove veniamo e dove andiamo? La domanda come guida del maestro.
  • Il passaggio della Soglia e le sue sfumature nella vita terrena precedente.
  • La scelta del percorso e la curva biografica spirituale, la vita
    tra la morte e la vita.
  • L’essere umano e i suoi 7 corpi, la capacità dell’Anima (pensare, sentire, volontà), la curva biografica terrena in individui e organizzazioni.
  • Le principali esigenze dei primi tre settenni come fondamenti pedagogici.
  • La vita di Rudolf Steiner, la nascita della Pedagogia Waldorf. Origine dell’Antroposofia nel mondo spirituale. La sfera solare, la scuola di Michele e l’impulso nella nostra epoca.
  • La scuola Waldorf come centro pedagogico spirituale, il suo lavoro nel presente e nel futuro dell’umanità.
  • Cosa implica una crisi/trauma nella struttura umana, nella struttura sociale e nella sua biografia?
  • Il senso del lavoro di gruppo e le sue dinamiche come forza futura per la solidarietà e lo sviluppo dell’umanità dell’essere umano.
  • Perché e cosa? Dall’impulso alla realizzazione. Verità, bellezza e bontà. Dal karma lunare al karma solare.
  • Presentazione del cammino dell’adulto: Osservazione Goetheana. Esercizi complementari, il cammino ottaedro, meditazioni mensili e settimanali.
  • Cosa vedo?
  • Il germe per il futuro uomo: la gravidanza e il bambino nel primo e secondo settennio. Il vincolo del bambino e l’adulto in ogni tappa evolutiva.
  • L’immagine dei 12 sensi come cammino di incarnazione. Conseguenze e opportunità nella gravidanza e nei primi 7 anni di vita.
  • Fasi delle organizzazioni e l’importanza dell’impulso della nascita.
  • La società attuale, un cammino evolutivo: dall’individualismo all’ambito sociale.
  • Come interviene la tecnologia nel primo settennio e nel vincolo interpersonale nelle organizzazioni.
  • La bontà. Come mantenerci nella bontà in situazioni sociali di crisi.
  • Laboratorio: osservazione oggettiva dalla bontà, come gli atti di bontà vivono in me, osservazione fenomenologica, immaginazione, ispirazione, intuizione.
  • Osservazione fenomenologica, immaginazione, ispirazione e intuizione.
  • Secondo settennio, il bambino dai 7 ai 14 anni. Gli strumenti che possediamo per camminare nella biografia personale, il temperamento, il passaggio attraverso il Rubicone, il risveglio spirituale del bambino (non mi piace quello che vedo).
  • Interazione dei temperamenti nella vita sociale.
  • La bellezza. Il ritmo, il sonno e la respirazione.
  • I videogiochi e la creatività a prescindere dalla tecnologia, una nuova realtà nell’individuo e nell’insegnante.
  • Laboratorio: l’esperienza eterica dell’incontro con un vegetale, respirando.
  • Conseguenze e opportunità nella seconda fase dello sviluppo infantile, i bambini in età scolare. Le grandi mura, in relazione alla vocazione e alla missione.
  • Lo slancio della comunità e le sue vie.
  • Laboratorio: giochi ritmici. Come mi incontro con l’altro? Il calore che vive in me.
  • Terzo settennio, dai 14 ai 21 anni. Chi sono? Osservando il mondo dalla polarità.
  • Le strade, la via di mezzo, il rappresentante dell’umanità.
  • L’impulso biografico, appellandosi all’Io.
  • Lo slancio biografico personale e il suo impatto sociale.
  • Vivere nella realtà che vive in me, la menzogna e le trappole che ciascuno pone a sé stesso.
  • I social network, la solitudine accompagnata, pubblicare ciò che vive veramente nella comunità, la presa sociale avvicina e umanizza.
  • Osservare il mondo di oggi dalla prospettiva dell’adulto, un’adolescenza che ha bisogno di identità e verità.
  • L’ascolto, il parlare, la comprensione dei pensieri, l’empatia, la base del processo di stabilizzazione negli adolescenti.
  • La base degli incontri nell’ambito dei gruppi umani.
  • Conseguenze e opportunità nella terza fase di sviluppo.
  • Laboratorio: il corpo umano e la biologia, la comprensione del mio essere per entrare mondo, come la verità vive in me.
  • Quarto settennio, dai 21 ai 28 anni. Il mio altro Io. Come vivere? 
  • L’incontro da adulto con gli altri, l’incontro con l’altro: perché?
  • Il mio doppio e il mio Io, il percorso della rabbia come impulso di trasformazione.
  • Arteterapia.
  • Laboratorio: l’intreccio karmico, l’incontro con l’altro (terreno o spirituale?). Dall’ombra alla luce.
  • Pratica di osservazione in gruppo.
  • Quinto settennio, dai 28 ai 35 anni. Eccoci, toccando terra. Sono e sto.
  • Il freddo e il materialismo, o il calore e la compassione, come senso della vita.
  • Il dubbio, la menzogna e la paura. Avvicina o separa?
  • Tecnologia intelligente, automazioni, comfort.
  • Il grande dono della volontà, la vocazione nostra alleata, la
    famiglia e la comunità.
  • Uno sguardo all’interno. Talenti e impedimenti.
  • Laboratorio: ginnastica Bothmer, la verticalità mi rende umano.
  • Sesto settennio, dai 35 ai 42 anni. La grande domanda della vita.
  • La missione: darsi al mondo. Cosa e dove portare al mondo?
  • Il vero incontro, lo sguardo come finestra dell’anima nell’incontro con il Karma.
  • La paura, la paralisi del processo di fare quello che sono venuto a fare, la mia vocazione, la mia
    missione, gli incontri e ciò che viene scelto come impulso all’esistenza.
  • Risvegliando il Karma.
  • Laboratorio: la paura e il coraggio per la verità; la mia verità.
  • Settenni dello Spirito: dai 42 ai 63 anni. Il guerriero, il saggio, il maestro.
  • Vecchiaia o anzianità, i sensi sociali, la parola estranea, il pensiero estraneo, l’Io estraneo.
  • Inizio a lasciar andare. Maturità e anzianità. Uno sguardo al passato e al futuro.
  • Il rilascio con salute individuale e sociale. Re-imparare il cammino dell’accompagnamento dalla fiducia.
  • Laboratorio: chi sono? Cosa voglio? Dove e quando posso portare nel mondo il mio Essere partendo dalla mia missione e dalla mia vocazione?
  • L’ambiente: la gravidanza e il bambino nel primo e secondo settennio. Il vincolo del bambino e dell’adulto in ogni tappa.
  • Il curriculum della scuola dell’infanzia, della prima e della seconda classe della primaria. Fondamenti e costruzione dei periodi in ogni tappa.
  • I 12 sensi, dall’io all’io dell’altro. I 12 sensi in aula.
  • Lo studio dell’essere umano come base della pedagogia – 6ta Conferenza e colloquio. L’essere del maestro.
  • Laboratorio: Osservazione Goetheana. Esercizi complementari, il cammino ottaedro, meditazioni mensili e settimanali.
  • Sensibilità artistica: acquerello.
  • Il curriculum di terza e quarta classe. Fondamenti e costruzione dei periodi in ogni tappa.
  • Conferenza: Dal ritmo cosmico al ritmo umano
  • Lo studio dell’essere umano come base della pedagogia – 5ta Conferenza e colloquio.
  • Laboratorio: Osservazione Goetheana. Esercizi complementari, il cammino ottaedro, meditazioni mensili e settimanali.
  • Sensibilità artistica: disegno di forme, modellare la cera d’api.
  • Il curriculum di quarta e quinta classe. Fondamenti e costruzione dei periodi in ogni tappa.
  • Conferenza: Il senso delle feste cristiane.
  • Lo studio dell’essere umano come base della pedagogia – Conferenza e colloquio.
  • Laboratorio: Osservazione Goetheana. Esercizi complementari, il cammino ottaedro, meditazioni mensili e settimanali.
  • Sensibilità artistica. Disegno con la cera, modellare l’argilla, costruzioni.
  • Didattica. Creazione di attività per la scuola dell’infanzia, prima, seconda e terza classe della primaria. Le necessità pedagogiche.
  • Conferenza: Le fiabe, i racconti artistici e i racconti nella scuola primaria.
  • Lo studio dell’essere umano come base della pedagogia – Conferenza e colloquio.
  • Laboratorio: Osservazione Goetheana. Esercizi complementari, il cammino ottaedro, meditazioni mensili e settimanali.
  • Sensibilità artistica: cucito, il tavolo delle stagioni e il teatrino.
  • Didattica. Creazione di attività, quarta, quinta e sesta classe. Necessità pedagogiche.
  • Conferenza: Il senso spirituale della musica.
  • Lo studio dell’essere umano come base della pedagogia – Conferenza e colloquio.
  • Laboratorio: Osservazione Goetheana. Esercizi complementari, il cammino ottaedro, meditazioni mensili e settimanali.
  • Sensibilità artistica: creazione di canzoni e giochi con le dita.
  • Osservazione del bambino. Accompagnamento nell’aula. Uno sguardo differente dell’osservazione del bambino, l’incontro di due esseri. Il Karma. Senso spirituale del cammino pedagogico Waldorf.
  • Conferenza: Spiritualizzare il corpo e la terra attraverso l’agricoltura.
  • Conferenza: Le fasi delle organizzazioni, lo sviluppo dell’impulso. Claustro e comunità.
  • Le differenti pedagogie che apportano alla pedagogia Waldorf: pedagogia sociale nell’incontro umano e di comunità, pedagogia di sostegno, pedagogia di accompagnamento al trauma, pedagogia d’emergenza, pedagogia curativa.
  • Le distinte discipline dell’Antroposofia, una differente prospettiva: ginnastica Bothmer, euritmia, medicina antroposofica, l’arte della parola, agricoltura biodinamica, psicoterapia. lavoro biografico.

Il relatore del modulo indicherà le 2 conferenze che dovranno essere lette, e da cui si dovrà creare un’immagine o delle domande che ciascun alunno invierà all’insegnante, al massimo una settimana prima del modulo successivo.

L’obiettivo è che si generino domande per poter lavorare, chiarire, integrare, i contenuti letti da ogni alunno.

​Inoltre, il relatore del curriculum e della didattica invierà 6 compiti durante il corso (tra modulo e modulo) da sviluppare (max una pagina A4) inviando il lavoro al massimo una settimana prima del modulo successivo.

Verrà spiegato tutto in dettaglio all’inizio del corso.

L’obiettivo è raggiungere l’autonomia degli studenti per quanto riguarda il lavoro in aula. Accompagnandoli nel processo di elaborazione e correzione nella loro coerenza pedagogica.

Torna in alto